Seleziona una pagina

Petizione Rispettiamo gli animali

Al Commissario Straordinario del Comune di Bologna
S.E.  Prefetto Annamaria Cancellieri

OGGETTO: criticità del canile municipale

I cittadini bolognesi segnalano la preoccupante situazione del canile bolognese di Trebbo di Reno.

La ristrutturazione è costata al Comune 784.000,00 euro. Oltre un miliardo di vecchie lire che doveva rappresentare un investimento idoneo a rendere la struttura ottimale.

Purtroppo, non è stato così. Recenti notizie di stampa hanno evidenziato come cani e gatti vivano ancora in condizioni inaccettabili. I box, sprovvisti di allacciamento alla rete fognaria e di aree di sgambamento a loro collegate, non garantiscono nemmeno la sicurezza degli operatori, per lo più volontari, uno dei quali è stato recentemente vittima di una gravissima aggressione da parte di un cane pericoloso che, come tale, doveva essere segnalato e trattato dagli organismi competenti.

In estate, poi, l’assenza di ombreggianti ed alberature costringono gli animali ad una prolungata esposizione ai raggi solari ed a temperature torride che non favoriscono la loro salute ed il rapporto con chi li accudisce.

Il progetto portato avanti dall’amministrazione Cofferati si è rivelato assolutamente inadeguato ed inutilmente costoso.

Urge pertanto una celere indagine su quanto accaduto, sulla corretta allocazione delle risorse ed un incontro con le Istituzioni, da estendersi necessariamente alle associazioni animaliste del territorio, finalizzato ad una nuova progettualità che abbia come priorità gli animali e la sicurezza degli operatori.

Per questi motivi, i sottoscrittori – chiedendo sin d’ora di essere sentiti dagli organi di cui all’art. 3 del Regolamento sulla Partecipazione ed indicando in Lorenzo Tomassini, Paola Bacchelli ed Annika Gallo, tutti domiciliati in Bologna, Via Marsala n. 6, le persone a cui dovranno essere date le risposte – formulano all’Autorità in indirizzo esplicita istanza per la promozione di ogni azione tesa all’effettiva risoluzione delle problematiche denunciate. In ogni caso, chiedono di essere convocati per discutere l’occorso e le nuove soluzioni da adottare.

Aderisci alla petizione:

* I dati liberamente forniti dai sottoscrittori saranno utilizzati dall’Ufficio Atti deliberativi del Comune di Bologna solo per le finalità di applicazione della disciplina in materia di diritti politici e pubblicità dell’attività degli organi, anche con strumenti informatici, e saranno comunicati a terzi con le modalità e nei limiti consentiti dall’art.4 del Regolamento sui diritti di partecipazione e di informazione del cittadino. L’interessato potrà in ogni momento accedere ai dati, opporsi al loro trattamento o chiedere di integrarli, rettificarli o cancellarli, rivolgendosi agli uffici comunali preposti. In ogni caso, autorizzo Loenzo Tomassini, Paola Bacchelli, Annika Gallo ed il P.d.L. al trattamento dei miei dati personali in conformità al D. Lgs. 196/2003.