Seleziona una pagina

LavavetriSe da un lato non avevamo dubbi sull’impegno del Commissario e del Comandante della Polizia Municipale nel contrasto del fenomeno dei lavavetri, dall’altro nutriamo dubbi sull’efficacia degli strumenti di cui le forze dell’ordine dispongono per scoraggiare il fenomeno. Del resto, la quotidiana presenza di questi individui e le lotte tra “bande” per il controllo del territorio tra arabi e rumeni dimostrano come l’azione dei nostri agenti, pur lodevole nelle intenzioni, sia nei fatti scarsamente efficace.

A nostro avviso, occorrerebbe una vera e propria dichiarazione di guerra al fenomeno, con sopralluoghi continui, identificazioni, sequestri ed espulsioni. Proprio come le leggi vigenti imporrebbero! Per quanto ci compete, come già detto, da settembre saremo presenti ai semafori in alcune ore del giorno per dimostrare ai bolognesi che “quando si vuole, si può” e che “i fatti sono meglio delle parole”.
Da ultimo, per stimolare una risposta ( che ancora manca) di Donini & C. al nostro appello di ieri, ci permettiamo, sperando sia buon pungolo, di estenderlo anche all’ IdV… perché, come recita un fortunato spot, a volte “una telefonata può salvare la vita…”.

Lorenzo Tomassini
Antonio Cappelletti