Seleziona una pagina

Per l’ennesima volta oggi si è parlato dei bagni pubblici. La città è maleodorante, larga parte del centro storico è solcata da rivoli inequivoci e, davanti ai turisti (sempre benvenuti!), c’è da vergognarsi. Nel 2010, assieme all’ing. Montini ed all’Arch. Pignatti, avevo preparato un’analisi della situazione ed una proposta di soluzione del problema. Tutto venne consegnato in Comune durante il periodo Commissariale. Con il nuovo Sindaco rilanciai la palla in campo, portando in commissione filmati e proposte (qui sotto allegate). Ne scaturì una mozione approvata all’unanimità, con il sottoscritto primo firmatario. Ad oggi, dopo oltre tre anni, il Sindaco e la Giunta nulla hanno fatto. Anzi, mandano oggi i tecnici a parlarci di una progettualità in stato di avanzamento. Morale, fumo negli occhi. Una domanda: ma volete almeno dirci che il nostro progetto non vi piace? Volete dirci perché non vi garba una proposta che porterebbe a Bologna, a costi di molto inferiori a quelli attuali, bagni automatici, architettonicamente compatibili, aperti 24h su 24h, come se ne vedono solo a Parigi e Londra ? Lascio immaginare la frustrazione di un amministratore di minoranza che, pur cercando di lavorare al meglio e con il massimo impegno per la propria città, trova nella Giunta e nel Sindaco un muro di gomma. Ripeto: avevamo proposto una rete automatica, moderna ed operativa 24 ore su 24 e, dopo tre anni, non abbiamo avuto una sola risposta. Lorenzo Tomassini Allegati: http://m.youtube.com/watch?feature=c4-feed-u&v=lIG4jvqIAkU http://www.lorenzotomassini.it/fai-centro-piu-bagni-pubblici-a-bologna/