Seleziona una pagina

Lista Azzurra Libertà

Lista Azzurra LibertàCare Amiche e cari Amici,

il prossimo 19 febbraio 2012 si terrà a Bologna il primo congresso cittadino del Popolo della Libertà per l’elezione del Coordinatore, del Vice Vicario e del Coordinamento locale.

Si tratta di un appuntamento molto importante che sta a cuore a tutti coloro che vogliono dare un futuro al nostro Partito. Da tempo chiediamo ai vertici locali di realizzare momenti di discussione e condivisione collettiva dei progetti e delle strategie per radicare il Partito sul territorio. Purtroppo, ogni esortazione, compresa quella di cui alla lettera della settimana scorsa, è rimasta priva di riscontro, tanto che, pur con intuibile dispiacere, abbiamo promosso autonomamente riunioni ed incontri da cui abbiamo ricavato molti preziosi suggerimenti e sollecitazioni e, soprattutto, un forte stimolo a continuare la battaglia per la democrazia interna, per la valorizzazione delle competenze e del merito, mettendo al bando nepotismi, privilegi e raccomandazioni.

La politica deve restituire ai cittadini il diritto di essere artefici del loro futuro, di scegliere i loro rappresentanti tanto nei partiti, quanto nelle Istituzioni.

Da anni stiamo vivendo una situazione di inaccettabile espropriazione del diritto degli italiani di valutare  e selezionare i propri dirigenti politici. E’ come se tutti avessimo abdicato al nostro ruolo, rinunciato ad una parte sostanziale della cittadinanza a beneficio di una ristretta oligarchia che la gestisce senza renderne conto. E’ come se avessimo delegato al vicino di casa la scelta della scuola per i nostri figli, del medico di famiglia o della squadra del cuore.

Dobbiamo riprenderci ciò che ci appartiene, cominciando da Bologna, da questo congresso, dicendo chiaro e forte a chi ci vuole rappresentare che se vorrà continuare a farlo sarà solo su nostra indicazione. Questo tema per noi è assolutamente centrale e soprattutto su questo dovrà dibattere l’assemblea congressuale. Primarie per tutti e primarie su tutto, questa è la questione preliminare da sciogliere per impostare il nuovo corso e fare spazio ai migliori nell’esclusivo interesse del bene comune.

Sappiamo che i “garantiti del palazzo” non avranno in particolare simpatia questa battaglia, ma la politica è una servizio alle persone e non a sé stessi. Su queste basi, e sugli ulteriori punti che Vi inviamo, abbiamo deciso di presentare la nostra candidatura per le cariche di Coordinatore e di Vice Coordinatore Vicario del PdL cittadino.  Basterà questo congresso  ad affermare ciò in cui crediamo? Al Vostro voto ogni decisione!

Un cordiale saluto.

Forza… Azzurra Libertà!

Lorenzo Tomassini – Gianandrea Vigilante