Seleziona una pagina

Fare o dare, l’importante è non restare a guardare.

Tutto è iniziato dalla volontà di creare un’alternativa per chi, costretto su una sedia, rimaneva a bordo campo a guardare gli altri giocare.

Una riunione tra pochi, un secondo incontro con cinque associazioni, una terza assemblea con tecnici ed esperti e, finalmente, tutto sul tavolo delle Istituzioni. Disponibilità, competenza e serietà sono stati fattori fondamentali per ottenere l’autorizzazione del Comune di Bologna e l’appoggio della Fondazione Carisbo.
Ora, manca ancora un ultimo piccolo passo perché, mai come in questo caso, dare è come amare! Aiutaci a realizzare a Bologna l’Ability Park, uno spazio unico dove anche le persone che hanno perso l’uso degli arti inferiori possano fare attività fisica in sicurezza. Dona ora!

https://www.ideaginger.it/progetti/ability-park.html#tab_sostenitori

La salute dell’organismo umano dipende, nella maggioranza dei casi, da un’attività fisica regolare e da stili di vita sani, poiché l’inattività, la pigrizia e le abitudini sedentarie aumentano l’insorgenza di malattie. Un recente monitoraggio rivela che soltanto un bambino su dieci svolge attività fisica in modo adeguato, che il 30% degli adulti tra i diciotto ed i sessantanove anni di età conduce uno stile di vita sedentario e che, sempre in Italia, il 38% delle persone non pratica né sport, né altre forme di attività fisica.

Con l’eccezione delle organizzazioni che si occupano di agonismo, pochissime realtà si interessano alle persone con ridotta capacità motoria. Diabete, obesità e malattie cardiocircolatorie, però, colpiscono tutti, anche se non tutti sono posti nella condizione di poter contrastare queste patologie praticando attività fisica.

Siamo l’Associazione Vivere la Città e da qui abbiamo sentito l’esigenza di dare una possibilità alternativa a chi troppo spesso “è costretto a stare a guardare“.

Costruire nel Parco del Velodromo di Bologna l’Ability Park, uno spazio dotato di attrezzature che permettano anche alle persone che hanno perso l’uso degli arti inferiori di praticare attività fisica, significa colmare questa lacuna. Partecipa alla raccolta fondi e aiutaci a trasformare il progetto in realtà.

Immagine ragazz

Render 1

Fortunatamente, questa sensibilità è diventata contagiosa e tanti hanno già deciso di sostenere economicamente il nostro progetto che, attraverso un’attrezzatura fissa al terreno ed un’applicazione specifica scaricabile sullo smartphone, consentirà a chiunque di svolgere in sicurezza attività fisica anche su sedia a rotelle.

Ma ancora non basta. Ora, per avere la garanzia di cominciare, ma, soprattutto, di terminare l’opera, manca un ultimo passo e vogliamo compierlo insieme a te.

Sostieni il progetto, dona ora e costruiamo insieme l’Ability Park. Contiamo su di te!

Insieme a noi collaborano nel progetto anche l’Associazione “Medici in Centro”, ACLI Bologna, ASI Bologna, ASSISLA Onlus e 360 Life Formazione s.r.l.


Un particolare ringraziamento al Maestro Fio Zanotti e a Fondazione Carisbo.